Le ragazze della Yamaha R3 Cup Italia 2019: Aurelia Cruciani

Dopo una lunga pausa, la serie “Le ragazze della Yamaha R3 Cup Italia 2019” torna in pista con l’ultima italiana iscritta al monomarca: Aurelia Cruciani. La storia della 23enne romana colpisce per vari motivi e segue quelle altrettanto interessanti di Giulia Vercilli, Roberta Ponziani, Nicole Cicillini, Martina Guarino e Sabrina Della Manna.

Inizi

Da sempre appassionata di motociclismo, Aurelia Cruciani ha dovuto aspettare i 18 anni per acquistare la sua prima moto, comprata nonostante il completo disaccordo della madre. La prima volta in pista, invece, è arrivata all’età di 22 anni, quando ha incontrato la persona che ha dato la svolta alla sua vita: “il mio meccanico Corrado Riccardi, che vedendomi girare per Roma e notando come fossi un po’ troppo ‘scapestrata’ nel traffico della capitale, mi propose di andare in pista e lasciar perdere la strada“. Così, Cruciani ha iniziato ad andare in pista con la sua KTM 690 SMC, facendo segnare dei tempi ottimi.

Prime gare

Aurelia Cruciani lavora come cuoca nel ristorante Sfrigolo a Roma e coi soldi guadagnati lavorando, la 23enne ha acquistato una Yamaha R3 dopo averla provata a Vallelunga. Era il mese di agosto 2018 e nello stesso anno, a fine settembre, è arrivato poi l’atteso esordio in gara a Vallelunga. E che esordio: nonostante l’inesperienza, Cruciani ha chiuso al terzo posto la gara conclusiva del Trofeo Centro Italia categoria 300, battendo anche la vincitrice del campionato Nicole Cicillini. Come se non fosse bastato il podio di Vallelunga, a novembre Cruciani ha preso parte a una gara della Sportrace Cup 300 a Latina, dove ha ottenuto un bel quinto posto su pista bagnata.
Aurelia e Nicole Cicillini in azione a Vallelunga nel Trofeo Centro Italia.

2019

Questi sorprendenti risultati non sono affatto passati inosservati. A dicembre, infatti, Aurelia Cruciani è stata ingaggiata dal team Motoxracing per la Yamaha R3 Cup 2019, dove viene seguita dalla coach d’eccezione Letizia Marchetti. Nel team Aurelia affianca altre tre ragazze, che sono Roberta Ponziani, Sabrina Della Manna e Martina Guarino. Questa è la sua prima stagione come pilota e Aurelia sa quanto sia difficile mettersi in luce nel monomarca di AG Motorsport Italia, il cui livello è sempre altissimo. L’obiettivo della giovane, quindi, è semplicemente quello di imparare il più possibile, creare buone basi per il futuro e divertirsi. L’inizio non è stato dei migliori, dato che lo scorso 7 aprile non è andata oltre un 31° posto a Misano, ma la fiducia rimane intatta e la speranza è quella di crescere a ogni gara.
Aurelia in azione a Misano. Credit: Mauro Stanzani.

Curiosità finale

Come dice lei stessa, la giornata di Aurelia Cruciani è un puzzle: sveglia, colazione, palestra o pista, pranzo, lavoro e letto. Quale tra queste cose le riesce meglio? Chiedetelo a lei 😀
Precedente Intervista a Edoardo Rovelli, team manager vincente a soli 23 anni Successivo Nice to Meet You #4 - Emanuele Vocino (CIV Supersport 300)