Supersport 300: Kevin Arduini si separa dal team 2R Racing “Ecco perché”

 

Kevin Arduini
Kevin Arduini.

A una settimana dal round in programma a Donington Park, il Mondiale Supersport 300 perde uno dei suoi protagonisti italiani. Kevin Arduini e il team 2R Racing, infatti, hanno concluso in modo consensuale il loro rapporto di collaborazione.

Terzo classificato nel CIV Supersport 300 2017 e vincitore della Yamaha R3 Cup lo scorso anno, Kevin Arduini aveva iniziato la stagione con grande entusiasmo (qui l’articolo scritto allora per Corsedimoto.com), ma poi qualcosa è andato storto. Ecco cosa ha detto il 19enne di Mondaino a Palmen in Motorradsport: “All’inizio eravamo competitivi, considerando la nostra scarsa esperienza e il fatto che piste e moto fossero nuove. Ad Assen, in particolare, mi potevo giocare la top-10, ma sono caduto dopo pochi giri per un errore di Jack (Hyde, suo ormai ex-compagno di squadra, ndr). Da lì, il buio totale: i weekend di Imola, Jerez e Misano sono stati disastrosi per vari problemi e non siamo più riusciti a ripetere le buone performance di inizio stagione.

Dopo vari weekend negativi, andare avanti non aveva più senso: “Ci si divertiva poco e non c’era più l’entusiasmo dell’inizio, quindi abbiamo deciso di separarci“. Il pilota ci tiene comunque a precisare: “Ci siamo lasciati in buonissimi rapporti, anche perché questo è solo un momento di transito e non c’è motivo di litigare o altro. Anzi, ringrazio molto la squadra per la possibilità che mi ha dato e per tutto quello che ha fatto per me.

Parlando invece del futuro, Kevin Arduini non si sbilancia: “Devo organizzarmi e non so ancora cosa farò. So solo che cercherò di tornare presto“. Su un possibile ritorno al Mondiale Supersport 300, il giovane romagnolo dice: “Mi piacerebbe correre in un altro campionato, ma non escludo un ritorno lì. Vedremo!

 

Palmen in Motorradsport augura a Kevin Arduini il meglio per il futuro, sperando di rivederlo in sella il più presto possibile.

Precedente Jules Danilo si racconta a Palmen in Motorradsport Successivo Bentornato, Marco Carusi!