CIV Moto3: Il recupero di Nicholas Spinelli

Nicholas Spinelli
Nicholas festeggia la vittoria di Gara 1 a Misano. Credit: CIV.

 

Il 30 e 31 marzo si erano svolte le prime gare dell’ELF CIV Moto3 2019. Kevin Zannoni si era presentato a Misano da campione in carica e le due vittorie ottenute in quel weekend lasciavano presagire un dominio simile a quello visto l’anno scorso. Nelle gare successive, però, le cose sono andate diversamente e dopo otto delle 12 gare previste, una bella rimonta ha portato in testa al campionato Nicholas Spinelli.

 

Difficoltà e ripresa

Vincitore del CIV Moto3 nel 2017, Spinelli è stato protagonista di un inizio difficile a Misano (ritiro per problemi tecnici in Gara 1 e quarto posto in Gara 2), ma si è poi ripreso lo scorso aprile al Mugello. Sulla pista toscana, il pilota abruzzese ha portato la Honda del team Oscar Performance al secondo posto in Gara 1 e soprattutto, ha vinto Gara 2 sotto la pioggia. Spinelli ha ottenuto lo stesso bottino di Zannoni (un primo e un secondo posto) e quindi il gap è rimasto pari a 37 punti come dopo Misano.

 

Primi passi verso la vetta

A fine giugno, a Imola, Nicholas Spinelli ha dato il via alla sua rimonta nei confronti di “Zanna”. Se in Gara 1 è arrivato 10° per un’aggressiva entrata di Collin Veijer all’ultima chicane (tanto da cadere e tagliare il traguardo spingendo la moto), nella gara della domenica Spinelli è tornato sul podio chiudendo secondo alle spalle di Elia Bartolini (terzo contando anche la BeOn 450 GP di Omar Bonoli, che però è fuori classifica). I 26 punti raccolti, uniti alla caduta e al quarto posto di Kevin Zannoni, hanno fatto sì che il gap dalla vetta si riducesse da 37 a 24 lunghezze.

 

Il sorpasso

Il 27 e 28 luglio il CIV Moto3 è tornato a Misano per il quarto doppio round stagionale e sul circuito intitolato a Marco Simoncelli, Nicholas Spinelli ha portato a compimento la sua rimonta nel migliore dei modi, cioè vincendo entrambe le gare. Sull’asciutto prima e sul bagnato poi, il 18enne originario di Atri ha battuto i suoi avversari con intelligenza e una giusta dose di aggressività, che gli hanno permesso di trionfare nella serrata bagarre tipica della Moto3. Nel mentre, Zannoni ha faticato più del previsto per problemi di vario genere e quindi non è andato oltre un ottavo e un undicesimo posto. E così, da terzo che era (dietro anche al promettentissimo Alberto Surra), Spinelli si è trovato in testa al campionato con 134 punti…

Nicholas Spinelli CIV
Nicholas mentre guida il gruppo a Misano. Credit: CIV.

 

E pensare che era a piedi…

Andando oltre la situazione in campionato, quanto mostrato in queste gare assume un valore ancor più grande se si considera che, lo scorso inverno, Nicholas Spinelli era a piedi. Il centauro abruzzese aveva tentato invano di correre nel Mondiale Junior Moto3 e aveva lanciato un appello attraverso la rivista Motosprint (qui l’intervista di Fiammetta La Guidara) nella speranza di trovare un’altra sistemazione. Alla fine, Spinelli è tornato a correre nel CIV Moto3 grazie al team Oscar Performance, che lo ha salvato dalla “disoccupazione” affidandogli una Honda. E da parte sua, il pilota ha sicuramente ricambiato la fiducia in modo eccezionale…

 

Pronti per gli ultimi due round?

Non è dato sapere come andrà a finire la battaglia, dato che Zannoni e Surra sono vicini (rispettivamente a -13 e -20) e di comprovata bravura, ma anche se mancano due round (Mugello 2 e Vallelunga) Nicholas Spinelli si è già preso una bella rivincita nel suo piccolo, riaffermandosi come uno dei migliori giovani del vivaio italiano. Riuscirà ora a bissare il trionfo del 2017?

 

Precedente Jasmin Sarjos terza a Oschersleben nell'Alpe Adria Superstock 600 Successivo Ciao, Luca!