Sylvain Markarian, un pizzico di Armenia nel Mondiale Supersport 300

Affollata come non mai, per la stagione 2020 la griglia del Mondiale Supersport 300 conta ben 54 iscritti, grazie anche a diversi esordi per quanto riguarda sia i team (come ProGP Racing), sia i piloti (come Jarno Ioverno). Tra l’altro, uno dei tanti rookies che vedremo porterà nel paddock un piccolo pezzo di un paese solitamente lontano dal motociclismo. Si tratta di Sylvain Markarian, 20enne francese, ma di origini armene, ingaggiato dal team Yamaha MS Racing.

 

Sylvain Markarian
Sylvain Markarian.


 

Reduce da un 2019 che lo ha visto impegnato prima in Francia e poi nell’ESBK in Spagna, Sylvain Markarian ha parlato a Palmen in Motorradsport dei suoi obiettivi per la nuova stagione: “Voglio fare il maggior numero di punti possibile. Allo stesso tempo, però, so che sarà veramente difficile, perché gli altri piloti hanno quasi tutti più esperienza di me (Sylvain corre da soli tre anni, ndr) e certamente sono avvantaggiati per quanto riguarda il metodo di lavoro“. “Il livello del campionato è molto alto – continua il Campione Francese Yamaha YZF125 2017 – e mettersi in luce è veramente dura, ma io darò tutto me stesso per fare bene e terminare la stagione senza rimpianti“.

Markarian ha anche parlato delle origini sue e di suo padre: “La famiglia del mio trisnonno è fuggita in nave durante il genocidio armeno (accaduto negli anni 1915 e 1916, ndr). All’inizio sono partiti solo donne e bambini, dopo di che il mio trisnonno li ha raggiunti in Francia qualche anno dopo“. Il giovane ha poi ammesso di non avere più parenti in Armenia e che ora tutta la sua famiglia vive, come lui, a Nizza.

Palmen in Motorradsport augura a Sylvain Markarian un’ottima prima stagione nel WorldSSP300.