Intervista a Susanna Sola, Media & Travel Coordinator del team PrüstelGP

Susanna Sola PrüstelGP
Susanna.

 

Una delle squadre maggiormente in evidenza nel Mondiale Moto3 è il team carXpert PrüstelGP. La squadra tedesca ha scoperto giovani talenti come Filip Salac, ha ottenuto risultati importanti con Jakub Kornfeil e ha fatto sbocciare definitivamente Marco Bezzecchi, con cui la compagine di Florian Prüstel si è giocata vittorie, podi e titolo nel 2018. Nonostante la successiva partenza di “Bez” verso la Moto2, il team ha continuato ad avere un pizzico di Italia al suo interno con l’ingresso nel 2019 di Susanna Sola, Media & Travel Coordinator del team che schiera nel Motomondiale Jason Dupasquier e Barry Baltus.

Originaria di Bologna, Susanna Sola è al suo secondo anno in questo paddock e concilia il lavoro per il team PrüstelGP col suo percorso universitario, che la vede iscritta all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Palmen in Motorradsport ha contattato Susanna per parlare del suo lavoro, del suo percorso nel motociclismo e anche delle sue spiccate competenze linguistiche.

 

 

Ciao Susanna! Innanzitutto come stai? E come hai vissuto il lockdown? 

Ciao! Tutto bene. Per quanto traumatico all’inizio, il lockdown è andato abbastanza bene. Appena tornata dalla gara del Qatar mi sono chiusa in casa, ma non mi sono di certo annoiata. Sto finendo la tesi di laurea magistrale e naturalmente ho continuato a lavorare per la squadra.

 

Ti sei tenuta in contatto col team PrüstelGP dopo la gara di Losail? Come hai portato avanti il tuo lavoro?

Certamente siamo rimasti in contatto, sia per questioni di lavoro, sia perché comunque trascorrendo molto tempo insieme siamo legati. Occupandomi della logistica della squadra, ho avuto abbastanza da fare con cancellazione, rimborsi e varie altre cose. In più, ho cercato di tenere fan e sponsors aggiornati sulla situazione tramite i nostri profili social. 

 

Di cosa ti occupi precisamente?

L’anno scorso mi occupavo di travel planning e gestione ospiti, mentre quest’anno oltre a svolgere questi compiti curo anche la comunicazione.

 

Com’è iniziata la vostra collaborazione?

Ho fatto il colloquio con la squadra qualche anno fa e mi hanno ricontattata ad inizio 2019. La mia prima gara è stata Jerez 2019.

PrüstelGP
Susanna in Qatar insieme al team PrustelGP. Credit: Ronny Lekl.

 

Ricordi il tuo “primo giorno di scuola”?

Me lo ricordo molto bene! Un misto di ansia e adrenalina, con tante informazioni nuove da immagazzinare e cose da imparare.

 

Si tratta del tuo primo incarico nel motociclismo?

È il mio primo lavoro a tempo pieno. Prima ho lavorato per Dorna nei round italiani della SBK, svolgendo il ruolo di assistente alla manager del Pit Lounge, che è il loro VIP Village. Inoltre, ho fatto traduzioni di comunicati stampa per team del Mondiale ed Europeo Supersport nel 2015 e 2016, ho collaborato con il fan club di un pilota per molti anni e ho gestito i social per la squadra Motostudent dell’Università di Bologna.

 

Quali sono gli aspetti che ti piacciono di più del tuo lavoro?

Sicuramente la possibilità di vedere questo mondo da dietro le quinte e conoscere persone da tutto il mondo.

 

Una cosa che colpisce di te è il fatto che tu sappia ben cinque lingue, poiché oltre all’italiano parli fluentemente inglese, tedesco, spagnolo e francese. Come hai acquisito tali conoscenze?

Ho frequentato un liceo linguistico e ho continuato a studiare l’inglese, il francese e il tedesco all’università, prima alla triennale per Interpreti e Traduttori e poi al corso di laurea magistrale di Lingue per la Comunicazione di Impresa. Sicuramente il periodo Erasmus in Austria mi ha aiutato tantissimo per il tedesco. Lo spagnolo invece lo avevo studiato da più piccola, ma avendo tante amicizie spagnole l’ho sempre tenuto in allenamento. In più, i cinque mesi che ho vissuto a Siviglia mi hanno aiutato a potenziare la conoscenza della lingua.

 

In conclusione, che obiettivo hai per la tua carriera nel motociclismo?

Sono scaramantica…Te lo racconto quando si avvera!

 

Palmen in Motorradsport ringrazia Susanna Sola per la disponibilità e le augura il meglio per il suo lavoro e per gli studi.
Precedente An interview with Barry Baltus, Moto3 World Championship rookie Successivo Andy Verdoïa: "Ottimo esordio in Supersport. 2019? Anno incredibile!"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.